Monaco di Baviera

Monaco di Baviera è una delle città più importanti della Germania, e senza dubbio una delle sue destinazioni turistiche principali, con arte e musei.

Monaco è la città più importante della Baviera, nonché la capitale meridionale “non ufficiale” della Germania. E’ una città cosmopolita, che è riuscita ad andare oltre il tradizionale spirito bavarese. Sebbene l’afflusso di turisti sia maggiormente elevato nel periodo dell’Oktoberfest, è una città storica, che vale la pena visitare in ogni periodo dell’anno.

Monaco di Baviera è, per numero di abitanti, la terza città tedesca, ma sa conservare gelosamente le sue antiche tradizioni. Questa contrapposizione, storia e modernità, artigianato e industria, antichi costumi e moda, è sempre in perfetto equilibrio ed è proprio questo il segreto del fascino della città.

Una sola cosa sembra mettere d’accordo gli abitanti di Monaco di Baviera: la birra. Un’antica istituzione che ancora oggi richiama milioni di turisti durante l’Oktoberfest, la festa della birra per antonomasia. Nelle birrerie e nelle strade del centro, decisamente a misura di pedone, si vive un’atmosfera di allegria e di spensieratezza, ma Monaco di Baviera offre anche numerosi monumenti, palazzi e importanti musei da visitare e da scoprire.

Cosa vedere a Monaco di Baviera

Il centro pedonale di Monaco di Baviera è ben curato e ospita alcune attrazioni di livello mondiale, come gallerie d’arte e musei. La città è amata da chi cerca una metropoli moderna, con un forte spirito tradizionale.

Marienplatz

Marienplatz è la piazza centrale di Monaco, dove si affaccia il Neues Rathaus, ossia il Municipio cittadino. Qui si può osservare il Glockenspiel, una bellissima torre dell’orologio.

Consiglio: Venite qui alle undici o a mezzogiorno: allo scoccare dell’ora, la torre si “anima” con ben 32 figure bavaresi danzanti.

Sulla piazza si trova anche la Mariensaule, un colonnato con all’apice una statua dorata della Vergine Maria.

Frauenkirche

La Cattedrale Cattolica della Nostra Beata Signora è il simbolo più identificabile di Monaco ed è la più grande chiesa della città. Ha una capienza di ben 20.000 persone, e famose sono le sue due torri gemelle, che tra l’altro sono visitabili. Lo stile architettonico della cattedrale è tardo gotico e risale al XV secolo.

Campo di concentramento di Dachau

Il campo nazista di Dachau dista soltanto una decina di chilometri da Monaco, per questo sarebbe un peccato non visitarlo durante un vostro soggiorno in città. Del campo si possono osservare ancora oggi le caserme, i cortili, i bagni dei prigionieri, il crematorio; a questi ambienti, vi sono poi una serie di mostre esplicative sulle condizioni dell’epoca.

Ex residenza reale

Poco fuori il centro storico di Monaco si trova il Residenz, l’ex palazzo reale dei monarchi bavaresi. Oggi ospita uno dei migliori musei europei di decorazione d’interni.

Il Residenz, i cui primi edifici furono costruiti nel 1385, è costituito da dieci cortili e splendidi giardini storici. Il museo presenta 130 sale con mobili antichi, porcellane e arazzi che spaziano dal Rinascimento, al Barocco, dal Rococò e all’età neoclassica.

Il Giardino Inglese

A pochi isolati a nord-est del Residenz si trova il Giardino Inglese, il parco più grande di Monaco. Più grande del Central Park di New York, questa oasi verde è un posto meraviglioso da esplorare: noleggiate una barca a remi, passeggiate lungo i sentieri boscosi, divertitevi con una bici a noleggio o riposatevi su un prato e improvvisate un pic nic.

Chiesa di Asam

La bellissima Asamkirche, dedicata a San Giovanni di Nepomù, fu completata nel 1746 dai fratelli Cosmas e Egid Asam ed è riccamente decorata con stucchi, affreschi e dipinti ad olio.

Sebbene l’esterno sia di per sé molto bello, è l’interno a destare stupore e meraviglia. I punti salienti includono una griglia di ferro battuto del 1776 che separa le figure dei santi dalla navata lunga con le sue gallerie. la caratteristica più notevole dell’interno, però, è l’altare maggiore, sul quale si trova un santuario di vetro contenente una cera del santo patrono della chiesa.

Altre attrazioni da non perdere a Monaco di Baviera

  • Deutsches Museum
    E’ il più grande e antico museo della scienza e tecnologia del mondo!
  • Schloss Nymphenburg
    Questa galleria raccoglie i ritratti di meravigliose nobildonne dell’epoca di Ludwig.
  • Museumsviertel
    Nel quartiere dei musei raccoglie 3 importantissime pinacoteche con tesori di inestimabile valore.
  • Olympia-gelände
    Con i detriti della seconda guerra mondiale venne realizzato un grande parco che ha ospitato le Olimpiadi del 1972.
  • Stamberger See
    Per una gita non perdetevi il delizioso laghetto alle porte della città circondato da villaggi pittoreschi e sontuose residenze.

Cosa fare a Monaco di Baviera

Non si può pensare di visitare Monaco senza gustare un ottimo boccale di birra. La maggior parte delle birrerie in città produce la propria birra. Perché non accompagnare la bevuta con una degustazione di specialità locali, con della buona musica folkloristica in sottofondo? Fra le birrerie più famose, come non citare la Hofbrauhaus, che è per antonomasia la birra di Monaco.

Shopping al Viktualienmarkt

A pochi passi da Marienplatz troverete il vivace Viktualienmarkt, il mercato quotidiano all’aperto di Monaco di Baviera, dove è possibile esplorare gli oltre 140 stand, che propongono una vasta scelta di prodotti freschi e stagionali.

Il Viktualienmarkt, che si tiene sin dai primi anni del XIX secolo, offre davvero di tutto: fiori, miele e spezie, ma anche carne, formaggi, uova e pasticcini. Lasciatevi sedurre da questi odori freschi e sapori genuini. E’ un ottimo posto da visitare anche alla sera.

Passeggiata al Parco Olimpico

Monaco ha ospitato le Olimpiadi nel 1972; della manifestazione sportiva rimane oggi lo spettacolare Parco Olimpico, nei pressi dell’Oberwiesenfeld, un ex campo di allenamento per l’esercito reale bavarese.

Oggi il Parco è un grande centro ricreativo, che ospita una serie di importanti concerti e eventi, tra cui il Festival Tollwood, e attrae oltre un milione e mezzo di visitatori. Vi sono molte attività pensate proprio per le famiglie, non vi resta che provare quella più adatta a voi!

Scalata alla Torre della Chiesa di San Pietro

Si tratta di una scalinata di 306 gradini, che vi farà godere di una delle viste panoramiche più belle di tutta la città. Salire in cima alla torre non ha alcun costo: richiede soltanto un po’ di sano movimento.

In cima dalla torre, sarà possibile individuare i simboli più importanti della città, oltre a poter intravedere, nelle giornate limpide, le vette alpine in lontananza.

Visita ad eventi e fiere

Durante tutto l’anno, Monaco è centro di eventi e fiere. Si inizia a Carnevale, con la festa del Mardi Gras. La primavera è invece dedicata alla birra, per ricordare la tradizionale produzione di birra dei monaci, dopo il lungo periodo di digiuno della Quaresima.

In estate vi è invece il Festival di Tollwood, che propone un mix emozionante di musicisti internazionali, gruppi teatrali, spettacoli e musica dal vivo. A metà settembre, la scena viene occupata dall’internazionale Oktoberfest.

Per finire, il periodo invernale è occupato dai tradizionali mercatini di Natale, quando Marienplatz si riempie di bancherelle e stand ed un enorme albero di Natale troneggia nel centro.

Dove dormire a Monaco di Baviera

Monaco di Baviera è suddivisa in 25 quartieri, e alcuni sono davvero adatti per soggiornare.

Tanto per cominciare, il distretto di Altstadt-Lehel coincide con il cuore della città, con le sue vie affascinanti e gli edifici storici. La maggior parte dei siti turistici sono in questa zona, per questo è molto affollato e più costoso rispetto ad altri quartieri: senz’altro è l’area migliore per soggiornare a Monaco se ci si trova per la prima volta in città, se si vogliono avere servizi e attrazioni a portata di mano e si ha poco tempo da dedicare agli spostamenti.

Maxvorstadt invece è la zona migliore per soggiornare a Monaco se avete intenzione di visitare i numerosi musei e gallerie d’arte della città. Inoltre, la sua vicinanza all’università lo rende una area dove trovare sistemazioni economiche e locali e ristoranti alla moda.

Se arrivate in città per l’Oktoberfest, scegliete il quartiere di Ludwigsvorstadt, zona maggiormente servita dal trasporto pubblico e nelle vicinanze del Festival.

Se state invece cercando un quartiere alternativo, non turistico, allora Haidhausen è una buona opzione. Un mix di vita residenziale e di vita notturna, ci sono un sacco di bar e club, ma anche bei caffè sulle rive dell’Isar. Se state visitando Monaco per la seconda volta e volete vivere la città come un abitante del posto, Haidhausen è la scelta adeguata.

hotelAlloggi a Monaco

Come arrivare a Monaco di Baviera

La città è servita dall’aeroporto internazionale Franz-Josef-Strauss, uno degli scali più importanti d’Europa, che si trova circa 20 chilometri a nord. L’aeroporto è ben collegato sia via treno che via autobus con il centro della città.

Un altro mezzo per raggiungere Monaco dall’Italia è il treno. La stazione centrale Hauptbahnhof è collegata con treni Euronight e Eurocity a molte città italiane. Vi sono treni che partono da Milano, Firenze, Bologna, Roma, Venezia, ed altre ancora.

Guida online su Monaco di Baviera

Volete sapere tutto su Monaco di Baviera o avete bisogno di più informazioni per organizzare il vostro viaggio? Scoprire il sito MonacoBaviera.com, dedicato interamente alla capitale tedesca!

call_madeVisita MonacoBaviera.com

Mappa

Cerchi un alloggio a Monaco di Baviera?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Monaco di Baviera
Mostrami i prezzi