Valle del Reno

Patrimonio dell'Unesco è uno dei percorsi più affascinanti della Germania.

La Valle del Reno, da Magonza a Coblenza, è uno dei percorsi più affascinanti della Germania ed è stata dichiarata patrimonio mondiale dall’Unesco. Lungo le dolci rive del fiume si susseguono paesaggi mozzafiato e ci si immerge nella meravigliosa natura.

Nessuna città industriale o fabbrica, lungo questo viaggio si incontrano solamente magnifici vigneti, antichi castelli arroccati, piccoli ed eleganti borghi adagiati lungo le sponde del Reno. Tra le rocce ancora riecheggiano le leggende e i racconti medievali dei Nibelunghi e le parole del grande scrittore Goethe che amava visitare questi luoghi.

Il fascino di questo viaggio si può scoprire sia in auto che in battello, ma, per i veri amanti delle escursioni, è possibile anche in bici.

Il percorso

Per facilitare il viaggio, almeno virtualmente, si è preferito dividere il percorso lungo la valle del Reno seguendo le due rive del fiume, la riva destra da Nord a Sud e la riva sinistra da Magonza a Coblenza. Ma numerosi collegamenti tra le sponde permettono di visitare le città che si trovano da un lato e dall’altro del Reno.

Da Coblenza si può anche seguire il fiume Mosella, alla scoperta della magnifica valle della Mosella e di Treviri.

La riva sinistra del Reno da Magonza a Coblenza

La riva sinistra del Reno è la riva che corre da Sud a Nord e cioè da Magonza a Coblenza.

Bingen

Partendo da Magonza e seguendo il Reno verso nord, il fiume percorre uno stretto alveo in prossimità di Bingen, storico borgo della Valle del Reno Il paese è dominato dal Burg Klopp, un antico castello appartenuto a diversi feudatari e dal quale è possibile ammirare uno splendido paesaggio sulla vallata, soprattuto dalla cima di una delle sue torri, allestita per ospitare un interessante museo: al suo interno si segnalano una raccolta di vasellame romano e di armi varie.

Mauseturm

Poco dopo Bingen si vede la Mauseturm, la torre dei topi, una torre tutta gialla e merlata, costruita nel XIV secolo nel mezzo del fiume, ma più volte distrutta e ricostruita. La sua notorietà è dovuta alla leggenda del vescovo di Magonza che, dopo aver appiccato fuoco a dei mendicanti, fu inseguito da tantissimi topi dal suo palazzo fino alla torre dove fu divorato.

Le rovine di Ehrenfels

Sulla riva destra del Reno si trovano le rovine di Ehrenfels. Il castello di Ehrenfels, insieme alla Mauseturm e al castello di Bingen, formava una delle più efficaci ed imponenti linee di difesa contro i nemici nordici e solamente l’esercito francese nel XVII secolo riuscì a penetrarla. Purtoppo le rovine di Ehrenfels non sono visitabili.

Burg Reichenstein

Il castello di Reichenstein si trova sopra il paese di Trechtinghausen e si compone di decine di sale decorate, una preziosa biblioteca, una sala delle armi, una dei trofei di caccia e una dedicata alla musica. Dall’alto delle sue torri merlate si ammira un bel panorama sulla Valle del Reno.

Burg Rheinstein

Sopra Reichenstein si trova la fortezza di Rheinstein, un magnifico castello del X secolo protetto da una impressionante cinta di merli. Il castello è stato uno storico punto di pedaggio imperiale prima di essere trasformato nel XIX secolo in una residenza estiva di un principe russo.

Bacharac

Bacharac è un’accogliente cittadina adagiata sulle rive del fiume Reno. Le sue mura di cinta fortificate del XIV secolo hanno protetto per secoli le sue antiche case a graticcio. Fuori dal centro si susseguono distese di vigneti interrotti di tanto in tanto da pittoresche case dai tetti di ardesia e dalle torri di pietra, come la Altes Haus, risalente al XVI secolo. Da visitare anche la cappella gotica di Sankt Werne per le sue alte volte.

Oberwesel

All’interno di una maestosa fortificazione, lungo la quale sorgono ben diciotto torri, e lungo la riva sinistra del Reno sorge la città di Oberwesel. Nella sua zona meridionale si trova la Liebfrauenkirche, la chiesa di di Nostra Signora, riconoscibile per il suo caratteristico colore rosso e per alcuni pregevoli dossali d’altare. Da visitare anche il castello di Oberwesel e, in particolare, le tre differenti torri lungo il Reno: una a basa circolare, l’altra a base quadrata e l’ultima ettagonale.

Sankt-Goar

Il paese deve il suo nome alla presenza della cappella di Sankt-Goar, costruita nel VI secolo da un eremita. Da Sankt-Goar si gode della vista più suggestiva sulla roccia Loreley, si possono notare la rapidità delle correnti del Reno e il curioso traffico di battelli. I turisti amano passeggiare lungo gli argini del fiume e visitare le rovine del castello di Rheinfels che domina il borgo.

Burg Rheinfels

Il castello, costruito nel XIII secolo, sorge a protezione di Sankt-Goar e dall’alto della sua bella torre orologio si ha una vista indimenticabile su tutta la città. La visita di questa imponente fortezza, soprattuto quella notturna, è davvero suggestiva e permette di passeggiare ai piedi delle grandi torre squadrate, negli angusti e nascosti passaggi, lungo i tetti e nell’antica miniera. Oltre alle rovine è possibile visitare anche il museo al suo interno.

Boppard

Boppard è un’antica città imperiale molto accogliente e turistica. Le terrazze dei più prestigiosi alberghi si affacciano lungo la riva del Reno, lungo le quali si può passeggiare in relax. Da Boppard c’è anche il ferry, che permette di raggiungere la sponda opposta, e una seggiovia per ammirare l’ampio e bel meandro del Reno. Da visitare gli affreschi del XIII secolo sul soffitto della chiesa Sankt Severus e la Karmeliterkirche del XIV secolo che vanta la bella statua della Madonna dell’Uva.

La riva destra del Reno da Coblenza a Magonza

Il viaggio lungo la riva destra del Reno, da Nord a Sud, parte da Coblenza e arriva a Magonza.

Braubach e Marksburg

Braubach è un bel borgo fortificato, dalle bellissime porte di accesso, e protetto dall’alto dal castello di Marksburg. La fortezza, costruita nel XIII secolo, sorge su promontorio ricoperto di alberi ed è rimasta intatta in tutti questi secoli.

Castello di Marksburg

Marksburg è il più bel castello della Valle del Reno e il più importante storicamente e artisticamente. La ricchezza e la bellezza del castello sono dovute anche alle continue novità apportate durante i secoli. Il nucleo centrale è del XIII secolo, ma la forma attuale della fortezza si deve all’ampliamento voluto da Filippo II nel XVI secolo. Oggi sono visitabili diverse sale, tra le quali la grande cucina gotica, la camera delle torture, la sala delle armi e quella dei cavalieri. La cappella di San Marco del XV secolo, oltre a dare il nome al castello, vanta stupede pitture murali. Marksburg appartiene all’Associazione tedesca per la conservazione dei Burgen e ospita un’importante biblioteca di 15 mila opere dedicate alla storia dei castelli. Nel meraviglioso giardino si conservano oltre 170 tipologie di piante usate sin dal Medioevo come medicinali. Il castello non è abitato, ma sembrerebbe che nel Marksburg viva un fantasma e che sia stato anche fotografato.

Mittelalterliches Fest

La festa medievale di Marksburg si dvolge ogni due anni, negli anni dispari, nel fine settimana dell’Ascensione. Trovatori, cavalieri e popolane animano la grande festa del Medioevo insieme all’idromele all’allegria del numeroso pubblico.

I castelli di Liebenstein e di Sterrenberg

I vicini castelli di Liebenstein e di Sterrenberg sono legati alla famosa leggenda dei due fratelli nemici che risiedevano ognuno nel suo castello. Oggi le due fortezze sono cadenti, ma una rilassante passeggiata permette di notare i bei bastioni esterni.

Burg Maus

Il magnifico castello del topo è stato costruito nel XVI secolo a protezione degli arcivescovi di Treviri. Dopo esser stato distrutto da Napoleone, fu riscostruito, ma oggi non è più visitabile. Nel suo cortile, da marzo a ottobre, si organizzano spettacoli di volo di aquile e falchi.

Sankt-Goarshausen

Sankt-Goarshausen era un antico borgo di pescatori del Reno noto per la sua torre leggermente inclinata e il suo castello di Katz. Il castello di gatto, dal grande baluardo, sembra che sia stato costruito per contrastare la forza del Burg Maus, il vicino castello del topo.

La Loreley

La Loreley è una roccia che si innalza fino a 132 metri sul fiume ed è, per le sue famose leggende, il simbolo del Reno romantico. Le antiche leggende popolari vogliono che sia abitata da spiriti e da sirene che distraevano i naviganti dalla conduzione dell’imbarcazione. La perfida roccia è stata anche cantata da Heine e da Silcher. Dalla cima della Loreley, raggiungibile attraverso una strada molto tortuosa, si gode di una vista fantastica sull’intera Valle del Reno.

Pfalz

L’antico e pittoresco castello di Pfalz sorge nel mezzo del Reno come posto di pedaggio. Le sue torri sono raggiungibili grazie a un traghetto.

Rudesheim

Il borgo di Rudesheim sorge di fronte a Bingen ed è uno dei luoghi della Valle del Reno più amato dai turisti. Il suo meraviglioso centro storico è ben conservato e ricco di negozi e ristoranti. La città di Rudesheim vanta anche numerose cantine di vini, prestigiose distillerie di acquavite e un museo del vino.

Drosselgasse

La Drosselgasse è il vicolo più famoso di Rüdesheim ed è chiamato anche “il vicolo più allegro del mondo” a causa delle sue numerose enoteche.

Niederwald

Da Rudesheim, grazie a una seggiovia, si raggiunge il monumento di Niederwald, alto ben 40 metri. Questo imponente personaggio con la spada e la corona mperiale è stato eretto alla fine del XIX secolo per celebrare la restaurazione dell’impero tedesco e dell’unità della Germania.

Come visitare la Valle del Reno

Scoprire la Valle del Reno viaggiando in auto, in battello o in bicicletta è ogni volta un’emozione diversa.

In auto

Il percorso, personalizzato, permette di scoprire tutti i singoli paesini lungo la valle del Reno, fermarsi nei tipici ristoranti senza fretta e dedicare il proprio tempo alle proprie esigenze e al relax, passeggiando lungo il fiume. Per apprezzare pienamente questo percorso sono necessari almeno tre giorni di viaggio.

In battello

Dalle grandi città come Coblenza e Colonia a nord, o Magonza a sud, è possibile effettuare croviere lungo il Reno: da escursioni di poche ore a viaggi di alcuni giorni.

In bicicletta

Il circuito ciclistico lungo il Reno permette di attraversare numerosi paesi della Valle del Reno. La pista ciclabile è ovviamente vietata al transito delle automobili, il percorso non è impegnativo, anzi è alla portata di tutti, il viaggio è salutare e rilassante. Lungo il circuito è possibile parcehggiare la propria auto e noleggiare le biciclette anche per escursioni di poche ore.

Crociera lungo la Valle del Reno

State cercando un’idea romantica per un viaggetto a due in Germania?

Vi proponiamo una crociera lungo la valle del Reno: panorami meravigliosi, città bellissime e ricche di cultura tra una natura rigogliosa che vi accoglie come le acque del fiume Reno.

Con il ritmo lento della navigazione potrete ammirare scenari superbi, castelli fiabeschi, vasti vigneti, boschi lussureggianti, città storiche e pittoreschi villaggi, un viaggio all’insegna della bellezza, della gastronomia, della cultura e della natura.

Rimarrete incantati dalla bellezza e dalla storia intrisa in questa vallata: la sua importanza è stata riconosciuta nel 2002 dall’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità, luogo che ha ispirato numerosi poeti, scrittori e pittori del periodo romantico.

Per approfondire: il Reno

Il Reno, con i suoi 1.326 chilometri, è uno dei fiumi più lunghi dell’Europa e ne bagna diversi paesi. Il Reno nasce dalle Alpi svizzere e segna per un breve tratto il confine tra Svizzera, Liechtenstein e Austria. Prima di segnare l’attuale confine tra la Francia e la Germania, il Reno attraversa il lago di Costanza e le cascate di Schaffhausen. Presso Karlsruhe, e per oltre 800 chilometri, il Reno diventa un fiume interamente tedesco.

Da Coblenza, dove la Mosella confluisce, fino a Rüdesheim, il Reno forma la valle più bella del suo percorso. Sui pendii che scendono verso il fiume si susseguono suggestivi vigneti, particolarmente produttivi a causa del clima favorevole di questa zona, e le numerose fortezze medievali, costruite per il controllo del fiume, impreziosiscono la vallata. Un’escursione in battello, oltre a ripercorrere le antiche rotte commerciali che univano i paesi alpini al Mar del Nord, regala una romantica e indimenticabile esperienza.

Oltrepassata la regione della Ruhr, una delle zone più industriali d’Europa, il Reno attraversa i Paesi Bassi nella sua ultima parte e si divide in tre corsi principali prima di sfociare nel Mare del Nord.