Germania dell’Ovest

Quattro land tra i più ricchi e industrializzati ma anche affascinanti, con splendidi paesaggi e numerose attrazioni: benvenuti nella Germania dell'Ovest!

Un tempo Germania Ovest era il nome usato per indicare la Repubblica Federale di Germania), separata dalla Germania Est (Repubblica Democratica Tedesca) alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Dalla fine della guerra fredda e con la riunificazione della Germania quest’etichetta non ha più un valore amministrativo e indica una zona geografica che comprende quattro land (Assia, Nordreno-Westfalia, Renania-Palatinato e Saarland).

Ricca e operosa, nella Germania occidentale si concentrano alcuni tra i più importanti centri finanziari e poli industriali della nazione tedesca. Questo dinamismo economico ha portato allo sviluppo di numerosi servizi, il che rende una visita in questi land molto facile e confortevole.

Per fortuna la spinta alle modernità e le distruzioni della Seconda Guerra Mondiale hanno risparmiato i centri storici di paesini e, in parte, delle città principali per cui un viaggio nella Germania dell’Ovest vi permette di vedere le due anime del paese, quella moderna e quella tradizionale, e di uscire dalle rotte turistiche più battute.

Assia

Adagiata su un territorio prevalentemente collinare, attraversato da numerosi fiumi, il land dell’Assia (in tedesco Hessen) si trova nella Germania centro-occidentale e confina con ben sei land diversi. Il confine sud-ovest è segnato dal fiume Reno, che non attraversa lo stato.

Un altro importante fiume tedesco, il Meno, scorre invece nel centro della città principale, Francoforte. Importante centro finanziario, ha una skyline segnata da grattacieli e moderni edifici che ricorda un po’ Londra e Hong Kong; il suo simbolo è il monumento dell’Orso e del Toro, posto davanti all’edificio della Borsa per simboleggiare l’andamento dell’economia.

Dietro a questa facciata cosmopolita e business-oriented, Francoforte nasconde un’anima tradizionale, deliziosi quartieri popolari, accoglienti taverne tipiche e rilassanti aree verdi.

Nelle altre città respirete tutt’altre atmosfere: non perdetevi l’elegante Wiesbaden, famosa per il suo casinò e le sue terme; la vivace Marburg, sede di una prestigiosa università; Limburgo, un museo a cielo aperto; Lorsch, leggendario luogo di nascita di Sigfrido; Worms, la capitale del vino in Assia.

Renania Settentrionale-Vestfalia

Splendido skyline di Colonia

Nordreno-Vestfalia (in tedesco Nordrhein-Westfalen, talvolta tradotto Renania Settentrionale-Westfalia) è il più settentrionale tra i land della Germania dell’Ovest. Confina con tre land tedeschi a nord, est e sud, mentre a ovest confina con Belgio e Olanda.

Uno dei più popolosi tra i land tedeschi, è anche uno dei più ricchi e industrializzati e la sua geografia urbana si sviluppa attorno al distretto industriale del Ruhr, ma la maggioranza del territorio è ancora oggi coperta da foreste e campi. All’interno di questo land si trovano alcune tra le città più importanti (economicamente e culturalmente) della Germania.

Dusseldorf, capitale del land, è una città divisa in due dal fiume Reno: un lato è moderno e dinamico, l’altro ospita un centro storico ancora ben conservato. Ricca di gallerie d’arte e di boutique, Dusseldorf è la meta ideale per un city break.

Colonia è una delle città più visitate della Germania, merito in gran parte del suo imponente Duomo, la chiesa gotica più alta d’Europa.

Poco considerata dai turisti invece è Bonn, l’ex capitale della Germania Ovest, che viene a torto considerata una città amministrativa priva di luoghi di interesse. È invece ricca di musei e attrazioni (tra cui la casa natale di Beethoven), in più vanta una vivace vita notturna.

Aquisgrana, città dal passato millenario che fu anche sede della corte di Carlo Magno, conserva intatto il suo fascino storico. Le attrazioni di Bochum sono molto più recenti ma non meno interessanti: non perdetevi il Deutsches Bergbaumuseum, il più grande museo al mondo dedicato all’industria mineraria.

Renania-Palatinato

La Renania-Palatinato (in tedesco Rheinland-Pfalz) si trova a sud-ovest della regione; confina con tre land tedeschi a nord, est e sud e con Belgio e Lussemburgo a ovest.

È una regione particolarmente affascinante, ricca di fiumi, laghi e distese di colline coltivate a vitigni: meta ideale per una vacanza da sogno che combina emozionanti escursioni in barca, degustazioni di vini pregiati e visite a romantici castelli.

Le due città più importanti del land sono Magonza e Coblenza: il modo più affascinante per andare da una città all’altra è partecipare ad una crociera sul Reno. Vivace e accogliente, la capitale Magonza è la città natale di Joseph Gutenberg, inventore della stampa, a cui è dedicato uno splendido museo. Ancor più suggestiva è Coblenza, situata in una strategica posizione alla confluenza dei fiumi Reno e Mosella.

Altra città da non perdere in zona è Treviri, famosa per essere la città più antica della Germania e il luogo natale di Karl Marx: potrete visitare i resti romani e la casa del celebre filosofo e politico.

Saarland

Il Saarland, o Paese della Sara, è il più piccolo land della Germania dell’Ovest nonché di tutto il paese, con una popolazione inferiore al milione di abitanti.

Per la sua posizione geografica ha rappresentato storicamente un ponte tra la Germania e la Francia, assorbendo da quest’ultima non poche influenze culturali. Le due nazioni si sono a lungo contese queste terre ricchissime di preziosi giacimenti minerari: oggi le miniere sono chiuse e i grandi stabilimenti siderurgici sono diventati musei di archeologia industriale.

Il Saarland non può vantare città divenute mete turistiche di rilievo, in compenso però il paesaggio è molto bello e le località sono più tranquille rispetto ad altre regioni in cui il turismo è più sviluppato. Una meta ideale per chi vuole immergersi nella cultura locale o fare una vacanza a tutto relax.