Foresta nera

La Foresta Nera riesce a stupire tutti i suoi visitatori grazie alla varietà dei paesaggi, ai prodotti tipici, e alle antiche tradizioni di questa terra.

La Foresta Nera è un’incantevole regione che si estende da Karlsuruhe fino al confine svizzero. I racconti legati alle foreste che ricoprono questi monti attirano molti turisti nelle sue magnifiche e rilassanti cittadine. La varietà dei paesaggi, i prodotti tipici, le antiche tradizioni di questa terra e il calore della gente del luogo vi sorprenderanno positivamente.

La Foresta Nera è famosa per le sue leggende e gli spessi abeti neri che ne ricoprono il paesaggio. Le montagne di quest’area non sono particolarmente alte e offrono sentieri meravigliosi per escursioni a piedi o in mountain bike. Il punto più elevato della Foresta Nera è il monte Feldberg, con i suoi 1493 metri di altitudine, seguito dalle sue cime secondarie, il Seebuck, l’Herzogenhorn e il Belchen.

Ci sono anche numerosi impianti sciistici ben attrezzati, anche se per gli sciatori più esperti ed intraprendenti sono più adatte le piste alpine. Tuttavia, il turismo invernale è uno dei cardini dell’economia di questa zona, assieme alle attività legate al legname, alla manifattura di meccanismi per orologi e alla gioielleria.

Cosa visitare nella Foresta Nera

Una delle città più visitate della zona è Baden-Baden con i suoi bagni termali e il suo famoso Teatro dell’Opera. Altre terme si trovano nelle località termali di Badenweiler, Bad Herrenalb, Bad Wildbad, Bad Krozingen, Bad Liebenzell e Bad Bellingen.

Ma vi sono numerose altre destinazioni turistiche nella Foresta Nera: tra queste vi sono la vecchia città imperiale di Gengenbach, le ex città-contea di Wolfach, Schiltach e Haslach im Kinzigtal e il villaggio fiorito e vinicolo di Sasbachwalden ai piedi del massiccio Hornisgrinde.

Si possono visitare diverse cittadine pittoresche come Altensteig, Dornstetten, Friburgo, Gernsbach, Villingen e Zell am Harmersbach. Baiersbronn è un centro di eccellenza gastronomica, mentre Freudenstadt è costruita attorno al più grande mercato della Germania.

Notevole per i suoi interni raffinati è l’ex monastero di St. Blasien, così come le abbazie di Sankt Trudpert, Sankt Peter e Sankt Märgen. L’Abbazia di Alpirsbach e l’abbazia di Hirsau sono state costruite con arenaria rossa nello stile Hirsau. Un altro edificio rurale idilliaco è l’abbazia di Wittichen, nei pressi di Schenkenzell.

La valle del Murg, la valle di Kinzig, le cascate di Triberg e il museo all’aperto a Vogtsbauernhof sono anch’esse mete molto popolari.

Sasbachwalden

Sasbachwalden è una città nel Baden-Württemberg occidentale, molto popolare tra i turisti. Si trova sulle pendici occidentali del monte Hornisgrinde nella Foresta Nera settentrionale ed è un vero paradiso montano. Più del 70% della superficie cittadina è ricoperto da foreste.

Sasbachwalden nasce come insieme di case e fattorie e viene citata per la prima volta in documenti storici nel 1347. È una nota stazione termale e climatica, dove si respira aria purissima. Le case a graticcio decorate con fiori del centro cittadino sono riconosciute come patrimonio vegetale e hanno valso più volte a Sasbachwalden il titolo di Comunità più bella di tutta la Germania.

Nella zona ci sono quattro importanti produttori vinicoli che svolgono un ruolo importante nell’economia localee: Alde Gott Winzer, la cantina Königsrain, la cantina Vierthaler e il monastero Schelzberg. Nei dintorni si trovano poi il castello abbandonato di Hohenrode, la chiesa di pellegrinaggio alla Santissima Trinità e le cascate Gaishoell.

Laghi Titisee e Schluchsee

Tra le destinazioni e le località turistiche più frequentate nella Foresta Nera vi sono i due laghi Titisee e lo Schluchsee. Entrambi offrono opportunità per gli sport acquatici come immersioni e windsurf, ma anche soggiorni all’insegna del relax in spa e alberghi.

Il Titisee è un lago nella Foresta Nera meridionale di Baden-Württemberg e copre un’area di 1,3 km2 con una profondità media di 20 m. Sulla riva nord si trova la città termale con lo stesso nome, oggi parte del comune di Titisee-Neustadt. La cittadina di Titisee è attrezzata per il turismo con tantissime pensioni, alberghi e ristoranti e si trova in una posizione idilliaca, in un’alta valle che si affaccia sul lago. Verso est, la valle continua verso la Foresta Nera, mentre a ovest, dietro il lago, conduce delicatamente in salita ai piedi del Feldberg.

Il lago, uno dei più belli della Foresta Nera, è una delle mete favorite dai turisti che amano questa zona della Germania ed è adatto a coloro che amano la natura. Moltissimi i percorsi che costeggiano il perimetro del lago, sia a piedi che in bicicletta, alla scoperta delle foreste che lo circondano. È possibile anche fare delle gite in barca e godersi la vista delle foreste da una posizione privilegiata.

A sud del lago Titisee si trova poi il lago artificiale di Schluchsee, il più grande della Foresta Nera e anche il più alto, coi suoi 930 metri sopra il livello del mare.

Per via della sua altitudine, l’acqua del lago Schluchsee è relativamente fresca anche in estate, ma nonostante questo, è particolarmente apprezzato dai nuotatori: a differenza del Titisee infatti, quasi tutti i litorali dello Schluchsee sono facilmente accessibili e questo lo rendono una meta molto popolare in estate.

Il lago è poi circondato da un’enorme quantità di sentieri e si può ammirare lungo un percorso di 18 chilometri. Da maggio a ottobre, è possibile combinare gite in barca sul lago. Nel 2001 è stata poi costruita a Riesenbühl, che si trova a nord del villaggio di Schluchsee, una torre di osservazione alta 30 metri, da cui si gode una splendida vista sul lago.

Triberg e le sue cascate

Triberg è una piccola tranquilla cittadina situata nel Baden-Württemberg, nel cuore della Foresta Nera, ed è un piacevole luogo di vacanza. Questa città è famosa sia per la sue cascate che per i suoi orologi a cucù.

Le cascate di Triberg sono tra le più alte della Germania con un salto di 163 metri, tra i 711 e gli 872 metri sul livello del mare. Sopra Triberg, il fiume Gutach si immerge attraverso sette passaggi in una valle rocciosa a forma di V, e in fondo alle cascate, la valle profonda forma un bacino sufficientemente largo per ospitare la piccola cittadina.

Triberg con le sue cascate è un popolare luogo turistico, ed attira un gran numero di turisti tedeschi e stranieri ogni anno. La parte superiore delle cascate è meno spettacolare, poichè qui l’acqua viene utilizzata da una piccola e vecchia centrale idroelettrica.

Sono numerosi i sentieri e i diversi percorsi che portano alle cascate, così da poterle ammirare da varie prospettive. Il periodo migliore per visitarle va da aprile ad ottobre, quando vi è anche l’apertura serale fino alle 22, per godersi la bellezza di questo angolo di Foresta Nera in un suggestivo gioco di luci.

Infine, nel centro di Triberg, proprio accanto alle cascate, si trova lo Schwarzwald Museum con una collezione straordinaria di orologi a cucù storici.

Mappa