Cosa bere in Germania

Cosa bere in Germania

La Germania, come è noto, è la patria della birra e ogni regione, ogni città, ogni piccola birreria o ogni piccola abbazia conserva il segreto della sua caratteristica birra. Negli ultimi anni però, cresce anche la produzione e la qualità del vino tedesco. In alcune regioni vinicole, soprattuto nelle valli della Germania del Sud, il Wein è molto apprezzato e sempre più richiesto. Inoltre, per resistere alle basse e polari temperature di alcuni freddi inverni, i tedeschi sono soliti sorseggiare alcuni tipici superalcolici. Infine, è sempre utile sapere che in Germania l'”acqua” è quasi sempre frizzante e occorre specificare “stilles Wasser” per averla senza bollicine.

Le birre tedesche

La Germania è l’Olimpo della birra e il produttore del maggior numero di tipologie al mondo.
Molte specialità regionali sono rimaste vive ancora oggi, ma le classiche sono una quindicina, a loro volta sudivise in particolari sottocategorie, e infine ci sono le famose birre stagionali.

Solitamente, con il termine Lager, si indica la birra bavarese a bassa fermentazione di colore chiaro e di consumo quotidiano. Alt o Altbier: è una ale ramata, caratteristica di Dusseldorf. Si serve a 9/10°.

  • Berliner Weisse

    birra di grano a bassa gradazione, prodotta a Berlino. Ideale da bere nel periodo estivo con un po’ di sciroppo di lampone.

  • Dortmunder

    denominazione attribuita a tutte le birre prodotte nella città Dortmund.

  • Dunkel

    indica in generale la birra scura tedesca.

  • Kolsch

    è una ale dorata, delicata, secca e leggermente fruttata. Si serve a 8/9 gradi ed è tipica della città di Colonia.

  • Lager Bock

    è una lager con gradazione di circa 6/7°. Il nome deriva dalla città di Einbeck, nella regione della Bassa Sassonia, ma è famosa anche quella di Monaco di Baviera.

  • Lager Doppelbock

    è una bock doppia, con gradazione ancha di 13°, dal sapore ricco. È tipica di Monaco di Baviera e di Kulmbach.

  • Lager Export

    sono definite così tutte le lager più secche di quelle prodotte a Monaco di Baviera. È meno luppolata di una pilsner e si serve a circa 8/9°.

  • Lager Maibock

    birra bock prodotta nel periodo primaverile, solitamente chiara e di qualità super-premium.

  • Lager Marzen

    è una lager ad alto contenuto di malto, è prodotta verso la fine di settembre ed è la protagonista dell’Oktoberfest.

  • Lager Munchener

    è una lager scura dal sapore speziato.

  • Lager Rauchbier

    è una birra ottenuta da una speciale essiccazione del malto ed è prodotta nella città di Bamberg e nella Franconia.

  • Pilsner o Pils

    è una categoria di lager prodotta sul tipo di birre della città di Pilsen. Chiara super-premium, ha un sapore delicato ed elegante. È la vera birra nazionale ed è ricca di varianti.

  • Weisse, Weissbier o Weizenbier

    indicano le birre di grano o bianche.

Il vino

In tutta la Germania si trovano locali per la vendita e la degustazione dei vini tedeschi: Weinstube, Weinkeller, Weinrestaurant, Schneckenhaus e Kneipen, dove il vino è servito nei tipici Schoppen, grandi calici verdi.
Nei vigneti tedeschi si producono maggiormente vini bianchi di ottima qualità, molto simili ai rinomati bianche trentini.

Per aiutarsi a scegliere leggere le caratteristiche sulle etichette delle bottiglie: Tafelwein è il vino comune, QBA è a denominazione controllata, QMP è di qualità superiore e Naturrein significa “purezza naturale”.

I vigneti più famosi sono quelli della valle del Reno, e la Strada tedesca dei vini, da Karlsruhe a Spira, è un percorso davvero suggestivo. Inoltre a Bad Durkheim, nel mese di settembre, si svolge la più grande festa del vino al mondo.
Altri magnifici vigneti si trovano nel vicino Palatinato e nelle valli della Saar e della Mosella. Anche i vigneti del Sud-Ovest sono interessanti, come quelli del Kaiserstuhl, della Foresta Nera, della Franconia e della Baviera. Apprezzati anche i vini della Turingia prodotti nella valle del Saale e dell’Unstrut.

Il Lubischer Rotspon della città anseatiche è un bordeaux importato, cotto e zuccherato a Lubecca e il Sekt è un discreto spumante.

Altri alcolici

Il nome generico delle acquaviti tedesche è Schnaps ma ogni regione ha le sue tipiche varianti.
Nella Foresta Nera si preferiscono alla frutta, decisamente da assaggiare sono quelle alle ciliegie, alle susine e ai lamponi, in Vestfalia sono bianche, come la Steinhager, nello Schleswig-Holstein sono al cumino, come le classiche acquaviti nordiche, e nell’ex Germania dell’est si trova il Korn, un’acquavite di grano. P

er gli appassionati si consigliano anche il Weinbrand di Magonza o il Wiensbaden, simile al cognac, il Kummel del Baltico e il Dantziger Goldwasser, una speciale vodka.

Per i più coraggiosi c’è il temibile Ratzaputz del nord, a base di zenzero, che si accompagna sempre con un po’ di birra.

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 5 su 2 voti